Blog

9 May 2019

Retrospettiva del FIABCI-LUNCH 2019 sul tema «PropTech» a Berna

Dopo il benevenuto del presidente di FIABCI-SUISSE, Thomas Henle, all’ Hotel Holiday Inn Bern Westside e la menzione riferita al congresso mondiale che si terrà prossimamente a Mosca, i 40 partecipanti hanno assistito a tre conferenze consacrate ad un tema attuale : PropTech.

Mario Facchinetti, iniziatore e direttore della rete d’innovazione SwissPropTech ha spiegato il nuovo mondo Proptech (Enterprises Property Technology) che assicura un cambiamento digitale nel settore B2C come pure B2B del ramo immobiliare. Si distingue Re-Techs (Real Estate Technologies) da Con-Techs (Construction Technologies). Secondo Facchinetti, a  dipendenza dell’età e grado di maturità, possiamo parlare di Startups, Scaleups o Grownups. Di seguito ha illustrato il ciclo di vita (immobiliare) nel quale si muovono PropTechs, ReTechs e ConTechs : tra  pianificazione, sviluppo, costruzione e amministrazione di un immobile. Attualmente ci sarebbero più di 15 organizzazioni nel mondo, che trattano il medesimo tema e sono legate tra loro. Globalmente si contano oltre 6’000 imprese PropTech, che fanno parte dei nuovi venuti nelle questioni immobiliari e che vogliono promuovere la digitalizzazione.

Christian Friesenegger, direttore di « 3motion virtual gmbh », membro FIABCI, venuto appositamente dall’Austria per il nostro evento, ha tenuto una conferenza sulla sua startup austriaca fondata nel 2016, che, a seguito delle sue idee e prodotti, ridefinisce le visite dei beni immobiliari e rivoluziona così le presentazioni e pianificazioni dei clienti finali. Si sviluppano perciò percorsi a 360 gradi, video professionali, nuovi strumenti d’utilizzo come per esempio « Virtual Staging » (dotazione integrale digitale del mobilio nelle abitazioni, al posto di mettere in vendita vani vuoti nella realtà) e numerose nuove possibilità di visualizzaione di beni immobili con computer, laptop, smartphone o tramite occhiali RV. I prezzi si aggirano attorno ai 269 Euro (pacchetto base per costruzioni nuove) fino a 1099 Euro (Pacchetto premium per beni immobili esistenti).

L’esperto cinematografico e televisivo Pete Dwojak ha in seguto spiegato come produce nella sua ditta « immotrailer.ch » immagini mobili degne d’interesse, durevoli e performanti per clienti B2B e B2C del ramo immobiliare. Sul piano professionale si sostiene che in futuro i video immobiliari diventerano la norma. I fornitori di oggetti da commercializzare troveranno in essi molti vantaggi, in quanto – al contrario delle foto – suscitano emozioni e divertono. I « trailer » video restano più a lungo su uno smartphone, di conseguenza sono oggetto di maggiore interesse. La produzione di un immotrailer costa attualmente tra 950 e 1450 CHF. La prestazione è interessante per gli appartamenti, le case, gli immobili, ma anche per terreni e superfici edificabili.

L’incontro FIABCI a Berna, che è stato molto seguito, è terminato con un aperitivo, un pranzo e un momento di relax. Thomas Henle ha annunciato che sono in preparazione eventi di questo tipo consacrati ad altri temi appassionannti

MR/rev. TH

 

 

Generale